Charlotte (askanews) - Le proteste contro la violenza della polizia nei confronti degli afroamericani in corso a Charlotte, nel North Carolina, hanno fra le cause il consumo di droga. Parola di Donald Trump che entra a muso duro nel delicato tema che sta infiammando le piazze americane dopo i ripetuti casi di persone di colore uccise dalla polizia, l'ultimo a Charlotte da giorni teatro di violente proteste.

"E se non lo sapete la droga è un fattore molto molto importante in quello che state vedendo in tv", - ha detto il candidato repubblicano in un discorso a Pittsburgh. "Onoriamo e riconosciamo il diritto di tutti gli americani di riunirsi, protestare e dimostrare pacificamente. Ma non c'è il diritto che sfocino in violenze o minacce per la sicurezza e la pace degli altri. Le persone che soffrono di più sono i residenti afroamericani rispettosi della legge che vivono nelle comunità in cui dilagano questi crimini".