Virginia Beach, Virginia (askanews) - Il candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump sta cercando di scalare la montagna che si è costruito da solo, cercando di recuperare il voto dell'ambiente militare, personale in servizio effettivo o in pensione, dopo la clamorosa gaffe delle accuse rivolte un ex ufficiale statunitense di religione musulmana caduto da eroe in Iraq per proteggere gli uomini al suo comando.

L'offensiva per ricucire ferite sanguinose registra dei successi. Trump ha incassato l'appoggio di una novantina tra ex generali e alti funzionari delle forze armate Usa che lo hanno invitato a raddrizzare la rotta della sicurezza nazionale in una lettera firmata da 88 personalità militari che si schierano dalla sua parte. E mentre i sondaggi registrano un testa a testa con la rivale democratica Hillary Clinton, il tycoon miliardario non si è lasciato sfuggire l'occasione per dichiarare in Virginia, in una sala gremita di reduci e veterani di guerra, che gli immigrati clandestini sono trattati meglio degli ex combattenti.

"I clandestini sono trattati meglio delle persone che stanno in questa sala. Lo sapete bene. Sono trattati meglio degli ex combattenti", ha detto Trump che ha anche attaccato Hillary Clinton sulla politica di accoglimento dei profughi.

"Vuole permettere un aumento del 650%, oltre a quanto concesso da Obama per quelli provenienti dalla Siria o dal Medioriente. Il 650%... E non sappiamo nemmeno da dove arrivano".

(Immagini Afp)