Roma, (askanews) - E' un termometro politico la decisione del Dallas Morning News, il quotidiano della città texana che si è schierato a favore di Hillary Clinton. L'annuncio fa scalpore perché Dallas è una città conservatrice in uno stato iperconservatore come il Texas. Eppure, scrive il quotidiano, "c'è un solo candidato serio sulla scheda delle presidenziali di novembre. Noi scegliamo Hillary Clinton".

Non è una decisione facile per il Dallas Morning News che ricorda di non aver appoggiato un democratico da prima della seconda guerra mondiale. Ma l'avversario Donald Trump, dice, non è un repubblicano vero, e Clinton ha esperienza di governo e voglia di fare sul serio.

Un segnale politico, quello del giornale. Perché dimostra che Clinton riesce a catturare la destra moderata speventata da Trump. Anche se di per sé questo appello non sposterà i voti del Texas, Stato che Clinton non si aspetta certo di vincere.

E a scorrere i commenti dei lettori del Dallas Morning News su Facebook si capisce quanto astio corra contro la candidata democratica. Moltissimi dichiarano che non compreranno mai più il quotidiano. Altri lo accusano di sostenere una assassina, un'amica dei pedofili, e comunque una criminale. Una utente protesta: finalmente siete venuti allo scoperto come i "cockroaches", gli scarafaggi che siete.