Raleigh, North Carolina (askanews) - All'indomani del dibattito televisivo vinto di misura ma che è stata una grande iniezione di fiducia in un momento in cui mostrava difficoltà sotto più di un aspetto di fronte alla rimonta del rivale repubblicano, Hillary Clinton in North Carolina si è lanciata alla conquista del voto dei giovani e dell'elettorato indeciso di cui avrà bisogno per battere Donald Trump nella corsa per la Casa Bianca dell'8 novembre prossimo.

Certa di avere dominato il tycoon immobiliare e di avere dimostrato la sua mancanza di competenza per succedere a Barack Obama, davanti ai giornalisti che viaggiavano sul suo aereo diretto in North Carolina si è presa gioco di Trump che si è lamentato del microfono fornitogli dagli organizzatori del confronto tv: "Se si lamenta del microfono, non deve avere passato una gran bella serata" ha chiosato velenosa prima di girare sui tacchi.

Davanti ai 1.500 sostenitori raccolti in una scuola di formazione di Raleigh Hillary ha messo a fuoco le sue accuse.

"Quello che Trump va dicendo è pericolosamente incoerente. Non è chiaro quello che dice. Ma le parole sono importanti" ha puntualizzato la Clinton. "Ieri sera ho avuto la possibilità di presentare alcune delle cose che vorrei fare qualora avessi la fortuna di essere eletta come vostro presidente. Anche perché ho questa vecchia brutta abitudine di farvi sapere che cosa intendo fare prima di chiedere il vostro voto".

(Immagini Afp)