Charlotte (Carolina del Nord) (askanews) - Barack Obama è sceso con forza sull'arena elettorale a fianco di Hillary Clinton, a cui "è pronto a passare il testimone", come lui stesso ha detto alla folla riunita ad ascoltare l'inedita coppia presidenziale a Charlotte, in North Carolina. Lui in maniche di camicia con la forza e l'energia che lo avevano portato alla vittoria proprio contro la Clinton, lei sorridente e più determinata che mai.

"Sono qui perchè credo in Hillary Clinton e sono qui per aiutarla a diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti. Non c'è mai stato un uomo o una donna più qualificato per questa carica. Mai!", ha detto l'attuale capo della Casa Bianca.

I due sono arrivati in North Carolina a bordo dell'Air Force One, per il primo di una serie di comizi "di alto profilo" con cui la Clinton spera di galvanizzare gli elettori, in particolare le minoranze, fattore cruciale in vista delle elezioni di Novembre.

"Noi costruiremo una America per cui Obama ha sempre lottato. In futuro faremo grandi cose insieme non per gli stati rossi o gli stati blu, ma per gli Stati Uniti ha detto la Clinton, salita sul palco più leggera, dopo esser stata scagionata dalla Fbi per la questione delle e-mail.

Il caso comunque continua a creare problemi visti i commenti non proprio benevoli del capo del Federal Bureau of Investigation James Comey che ha definito l'ex segretario di Stato e il suo staff "estremamente negligenti nella gestione di informazioni sensibili, altamente classificate".

(immagini AFP)