Louisville (askanews) - Fa discutere negli Stati Uniti l'endorsement a Donald Trump, quasi certo candidato repubblicano alla Casa Bianca, da parte della National Rifle Association, la lobby delle armi americana.

Il miliardario americano è intervenuto a Louisville, in Kentucky, all'incontro del braccio politico Nra, dove ha incassato l'appoggio del gruppo. "È un onore

fantastico" avere l'appoggio dell'Nra, ha detto Trump davanti a un pubblico che ha continuato ad applaudire a ripetizione.

Soprattutto Trump ha fatto riferimento alle scuole e ai luoghi pubblici in cui è vietato portare le armi, sostenendo che questa si tratta di una "restrizione da abolire". Poi ha nuovamente attaccato Hillary Clinton, che potrebbe essere la sua sfidante alle elezioni di novembre.

"Hillary Clinton vuole abolire il secondo emendamento - ha detto - ma noi non glielo lasceremo fare, ok"?

Poco prima di Trump ha parlato al convegno Chris Cox, direttore dell'Institute of Legislative Action della Nra, il braccio politico del gruppo che ha ribadito le accuse alla Clinton.

L'assenza di un giudice alla Corte suprema, ha detto, significa che "il secondo emendamento è a rischio".

Il riferimento è alla nomina del giudice della Corte Suprema che

dovrebbe sostituire Antonin Scalia (morto a febbraio), Trump ha già presentato una lista di 11 nomi di possibili sostituti, e ha invitato la Clinton a fare altrettanto.

(Immagini Afp)