E' quanto emerge da uno studio pubblicato su Lancet Global Health