Londra, (askanews) - E' trascorso un anno dall'attacco sul ponte di Westminster, il primo di una serie di attentati jihadisti che hanno colpito il Regno Unito nel 2017 uccidendo decine di persone e provocando numerosi feriti. Alla House of Commons, la camera bassa del Parlamento britannico, è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare l'attentato compiuto il 22 marzo da Khalid Massod, un 52enne britannico convertito all'islam.

Massod a bordo di un'auto ha prima travolto i passanti sul ponte che sovrasta il Tamigi nel cuore di Londra e ha poi accoltellato una guardia fuori dal Parlamento.

Nell'attacco sono morte 5 persone, mentre altre 50 sono rimaste ferite. L'attentatore è stato freddato dalla polizia.