Istanbul (askanews) - È salito a 51 morti e un centinaio di feriti il bilancio di un attentato suicida durante una festa di nozze a Gaziantep, nel sud-est della Turchia, vicino al confine siriano. Il ricevimento si teneva in un quartiere del centro cittadino con una forte presenza di curdi. Il presidente turco Recep Erdogan in una conferenza stampa a Istanbul ha dichiarato che tutti gli indizi sembrano confermare che l'Isis sia il responsabile dell'attacco compiuto da un terrorista tra i 12 e i 14 anni.

"Durante una festa di nozze", ha detto Erdogan, "un attentatore suicida tra i 12 e i 14 anni si è fatto esplodere o è stato fatto esplodere con un comando a distanza e i primi indizi lasciano supporre che si tratti di terroristi dell'Isis. Il nostro popolo, ovunque si trovi, ha l'obbligo di fornire alle forze di sicurezza nel più breve tempo possibile qualsiasi informazione riguardante dei sospetti non appena si accorga di qualcosa di insolito. Ciò sarà di grande aiuto e faciliterà il nostro compito, le informazioni più preziose sono sempre quelle che vengono dal popolo" ha concluso il presidente turco.

La strage di di Gaziantep, per il numero delle vittime, è la più tragica registrata nell'ultimo anno in Turchia.

(Immagini Afp)