Appartenevano ad una vittima del campo di sterminio