Taipei (askanews) - Taiwan con il fiato sospeso in attesa di affrontare il terzo tifone in due settimane, un'emergenza che ha già imposto l'evacuazione di oltre 5.000 persone e la chiusura di scuole e uffici, secondo quanto reso noto dal Centro operativo centrale d'emergenza. 575 voli interni e internazionali sono stati cancellati, 109 hanno subito ritardi mentre la maggior parte dei treni sono rimasti in stazione.

Il tifone Megi dovrebbe atterrare sull'isola in giornata, già sferzata da venti fortissimi e violente precipitazioni. Oltre 36mila abitazioni sono prive di energia elettrica. Secondo il governo già 20 persone sono rimaste ferite. Sulle televisioni scorrono le impressionanti immagini delle onde che si abbattono sulle coste nord-orientali e su Orchid Island, isola vulcanica al largo di Taiwan.

(Immagini Afp)