Roma, (askanews) - "Il numero di rifugiati sud sudanesi nei Paesi vicini ha superato il milione": lo ha reso noto l'Unhcr, l'Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, sottolineando che altri 1,61 milioni sono sfollati all'interno del Paese.

La ripresa di violenti combattimenti ha infatti costretto oltre 185mila persone a fuggire dal Sud Sudan solo tra luglio e metà settembre di quest'anno, portando il numero di rifugiati al Paese africano a oltre un milione, secondo i dati dell'Onu.

Mike Sackett, responsabile del Pam (Programma alimentare mondiale o World Food programme, Wfp) in Uganda, che confina a nord con il Sud Sudan:

Ups

IN: 1.50

OUt:

"L'Uganda accoglie un numero record di rifugiati, quasi mezzo milione, vengono dal Burundi, Repubblica democratica del Congo, ma soprattutto dal Sudan del Sud, colpito da combattimenti molto violenti dalla fine del 2013, i più recenti il mese scorso. Da allora 75.000 nuove persone sono arrivate in Uganda e il Programma alimentare mondiale fornisce loro le razioni alimentari essenziali".

Halima, rifugiata sud-sudanese:

IN: 2.26

Out:

"All'inizio della crisi, c'erano spari ovunque e la gente correva. Alcune persone sono state uccise. Hanno ucciso mio marito. Quando mi sono resa conto che mio marito era morto, ho preso i bambini e siamo scappati, attraversando la frontiera con l'Uganda. Abbiamo attraversato la foresta e siamo arrivati qui".