Cracovia (askanews) - "L'innominabile arriva", ha dichiarato l'arcivescovo di Rouen, monsignor Dominique Lebrun, commentando il barbaro omicidio di un prete in una chiesa della sua diocesi in Francia da Cracovia dove si trovava per la Giornata mondiale della Gioventù.

"Sono un po' stordito ma sono sostenuto da questi giovani che vogliono costruire una civiltà d'amore", ha dichiarato ai giornalisti monsignor Lebrun. L'alto prelato ha annunciato che è in partenza per tornare in Francia: "Il mio dovere è di essere vicino alla mia comunità che oggi è scioccata. Sono rimasto colpito nel vedere come siamo stati accolti qui a Cracovia dopo i fatti di Nizza. Abbiamo preso coscienza giorno dopo giorno che la fratellanza tra popoli è l'unica risposta possibile al terrorismo".