Monaco di Baviera (askanews) - Plana il sospetto di un atroce tranello sullo sfondo della strage di Monaco di Baviera. Il responsabile del massacro avrebbe attirato alcune delle vittime attraverso un account di Facebook in cui invitava ad approfittare degli sconti offerti da McDonald. Lo ha detto il ministro dell'Interno tedesco Thomas de Maiziere.

"C'è stato probabilmente un account Facebook piratato", ha dichiarato de Maiziere in una conferenza stampa a Berlino. Un account che invitava ad approfittare di offerte e sconti speciali del

fast-food presente nel centro commerciale dove è avvenuta la tragica sparatoria. Secondo de Maziere alcuni elementi lasciano ritenere che la persona che ha piratato l'account sia stato lo stesso omicida. Il ministro ha anche precisato che sull'account si invitavano le persone a recarsi al fast-food alle 16.

Il 18enne tedesco di origini iraniane ha ucciso nove persone e ne ha ferite altre 27. Il ministro ha dichiarato che il killer era stato probabilmente vittima in passato di episodi di bullismo da parte di altri ragazzi della sua età.

(Immagini Afp)