Colombo, Sri Lanka (askanews) - Il governo dello Sri Lanka ha scelto per la prima volta di rinunciare a qualsiasi parata militare per celebrare l'anniversario della fine della guerra condotta contro le Tigri Tamil optando per una cerimonia di ricordo più sobria a cui ha preso parte anche la stessa minoranza tamil, per lo più residente nella parte settentrionale dell'isola dove si svolsero gli scontri più feroci nel corso della guerra civile. Il conflitto si svolse tra il 1983 e il 2009 quando le Tigri Tamil, un gruppo separatista che compiva anche feroci attacchi suicidi, si organizzò militarmente per la creazione di uno Stato indipendente nella parte settentrionale e orientale dell'isola. Nella guerra civile trovarono la morte circa 100.000 persone.

(Immagini Afp)