Roma, (askanews) - Un attacco aereo turco ha ucciso undici civili nella città di Afrin. Ad affermarlo è stato l'Osservatorio siriano sui diritti umani. La stessa organizzazione ha sottolineato che negli ultimi giorni più di 200mila civili hanno lasciato la città per sfuggire ai violenti combattimenti provocati dall'offensiva turca contro una milizia curda.

"Siamo rimasti qui in questa cantina per dieci giorni - afferma questa donna - i nostri figli sono affamati e ammalati- non abbiamo miele nè pannolini. Stiamo perdendo tutto".

"Per dieci giorni siamo stati circondati - dice quest'uomo - nessuno ci ha portato del cibo. I nostri bambini sono affamati e non troviamo nemmeno del pane. Abbiamo bisogno di tutto".