Roma, (askanews) - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha denunciato la "brutale violenza" contro il popolo siriano, sottolineando che ogni sforzo è importante per tentare di ottenere un altro cessate il fuoco. In conferenza stampa congiunta con il primo ministro della Malaysia, Najib Razak, ha affermato:

"La brutale violenza contro la gente in Siria, contro la popolazione civile è arrivata a un livello assolutamente inaccettabile. Tutti gli sforzi sono pertanto necessari per cercare di ottenere un altro cessate il fuoco. Io stessa sono scettica sul fatto che in questa situazione si possa applicare una no-fly zone. Dipende chiaramente dal regime di Assad come anche dalla Russia, fare un passo affinché migliorino nuovamente le chance per la tregua e gli aiuti umanitari".

(immagini Afp)