A Londra promessi 9 miliardi di dollari