Latakia, Siria (askanews) - È arrivato a destinazione il primo cargo russo con a bordo gli aiuti umanitari inviati da Francia e Russia per l'ex enclave ribelle siriana della Ghouta orientale, dopo l'accordo in tal senso raggiunto da Vladimir Putin e Emmanuel Macron.

Il gigantesco Antonov An-124 ha portato in Siria circa 50 tonnellate di equipaggiamento medico e beni essenziali forniti dalla Francia e destinati all'area riconquistata in primavera delle forze siriane.

"Il carico - ha spiegato questo colonnello dell'esercito russo - è stato consegnato agli uomini della Mezzaluna rossa arabo siriana per poter essere inviato nelle zone più colpite dalla guerra contro i terroristi, principalmente nella città di Douma, nella Ghouta orientale".

Sulla base della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, l'obiettivo di questo progetto - hanno spiegato rappresentanti russi e francesi - è consentire alla popolazione civile di avere un miglior accesso agli aiuti.

Il ministero degli Esteri francese ha aggiunto che il cargo è il primo trasporto congiunto tra la Russia e un Paese occidentale. La Francia ha ottenuto "garanzie" da Mosca che il regime siriano non ostacolerà la distribuzione.