New York (askanews) - L'Assemblea generale delle Nazioni unite ha confermato con il suo voto il compromesso raggiunto tra Italia e Olanda sulla spartizione, un anno per uno, del seggio non permanente al Consiglio di sicurezza dell'Onu.

L'accordo consentirà all'Italia di occupare il seggio nel 2017, lasciando il posto all'Olanda l'anno successivo.

L'elezione dell'Italia ha avuto luogo con 179 voti e 6 astensioni, su 193 presenti. Al termine del 2017 l'Italia lascerà il suo seggio e sarà organizzato un nuovo voto che certificherà la successione per l'Olanda.

Svezia, Bolivia, Etiopia e Kazakhstan erano già stati eletti martedì 28 giugno 2016 per un mandato di due anni che avrà inizio il primo gennaio 2017.