Mosca,(askanews) - Tatiana Felgengauer, giornalista di "Eco di Mosca", una radio russa nota per le sue posizioni critiche nei confronti del Cremlino, è stata accoltellata da uno sconosciuto in redazione. L'aggressore che si è introdotto in redazione è stato arrestato.

La conduttrice è stata ferita ed è stata ricoverata "in ospedale, ci ha detto che non è in pericolo di vita", ha precisato il direttore dell'emittente Alexei Venediktov.

Lo sconosciuto ha prima aggredito la guardia dell'edificio, poi è entrato nei locali dell'emittente, situata nel centro di Mosca e ha accoltellato "alla gola la conduttrice", secondo il direttore.

L'Eco di Mosca, prima stazione radiofonica libera nata nel 1990 dopo la caduta del regime sovietico, è passata sotto il controllo del gruppo statale del gas Gazprom nel 2001, un anno prima dell'arrivo al potere di Vladimir Putin.

Ancora non sono noti i motivi dell'aggressione.