Pretoria (askanews) - A Pretoria, in Sudafrica, è ripreso il processo contro Oscar Pistorius per decidere la pena che l'atleta paralimpico dovrà scontare dopo essere stato ritenuto colpevole e condannato per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, la notte di S. Valentino del 2013.

Pistorius rischia fino a 15 anni di carcere dopo che la Corte d'Appello, nel dicembre 2015, lo ha riconosciuto colpevole del reato di omicidio volontario, ribaltando la sentenza di primo grado che lo aveva condannato solo per omicidio colposo.

La nuova udienza, davanti alla Corte Suprema di Pretoria dovrebbe proseguire fino al 17 giugno ed è prevista, per la prima volta, anche la testimonianza del padre di Reeva, Barry Steenkamp arrivato in udienza accompagnato dalla moglie June e dal fratello Arnold.

In questi anni Barry Steenkamp non è mai riuscito ad assistere al processo in tribunale, al contrario della moglie, sempre presente.

(Immagini Afp)