Rio de Janeiro (askanews) - Leandra Medeiros Cerezo, in arte Lea T, è una modella brasiliana diventata la prima transgender a sfilare in una cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici.

Nata il 19 febbraio 1981 a Belo Horizonte, figlia dell'ex calciatore di Roma e Sampdoria Toninho Cerezo, Lea è cresciuta in Italia dove ancora vive. All'anagrafe Leandro Medeiros Cerezo, nel marzo 2012 si è sottoposta all'intervento per diventare donna. Malgrado la professione di modella, Lea T ha una passione sfrenata per la cioccolata, che mangia ogni sera.

È stato il direttore creatore di Givenchy, Riccardo Tisci, a scoprire Lea T, che nel 2010 è diventata il volto di Givenchy. Tisci l'ha resa la testimonial del suo marchio, permettendole in questo modo di sottoporsi all'operazione. Il suo curriculum comprende copertine su Vogue Paris, Interview Magazine, Love

Magazine, Cover Magazine e Hercules Magazine. Nel 2014, è stata

scelta come volto di Redken, mentre l'anno successivo Forbes l'ha celebrata come una delle dodici modelle che hanno cambiato la moda italiana.

"In un periodo come questo, in cui Rio de Janeiro e il Brasile domineranno la scena mondiale, è essenziale che la diversità sia presente. Il Brasile è un Paese vasto e tutta la sua diversità dovrà in qualche modo essere rappresentata a questo evento", ha detto Lea T a TeleSUR. "Come ogni altro transessuale, porto una bandiera. Sto parlando della transessualità perché fa parte della mia storia, ma sono soltanto un altro membro di questa comunità. Anche se so di avere il privilegio che i media mi ascoltano".