Mosca, (askanews) - Vladimir Putin nell'arena dei giornalisti per la conferenza stampa di fine anno, a pochi giorni dalla sua candidatura ufficiale per un quarto mandato di sei anni, che lo vedrebbe presidente sino al 2024. Oltre 1.600 i reporter accreditati per lo zarin azione a tutto campo anche sul fronte globale dalla Siria agli Stati Uniti.

Quanto alla sua prossima candidatura, sarà come indipendente e non con il suo partito Russia Unita.

In ogni caso, Putin ha dichiarato di "non avere rivali" sottolineando quella che ha definito l'"inconsistenza" dell'opposizione e dei suoi programmi, e accusandola anche di pensare a un golpe. Lui, ha spiegato, si candida per migliorare la vita dei russi. Ma la vera sfida in marzo sarà convincere il popolo ad andare alle urne, dato che l'esito appare già totalmente scontato; secondo un sondaggio indipendente solo il 28% dei russi sarebbe certo di votare.

Una conferenza stampa fiume come sempre; Putin ha anche toccato il tema del presunto coinvolgimento di Mosca nelle elezioni statunitensi, una polemica ha detto "creata a tavolino". Trump, ha aggiunto, non è in grado di soddisfare le sue promesse elettorali. Ha detto di voler migliorare i rapporti con la Russia, ma non può farlo a causa delle restrizioni che gli impone la politica degli Stati Uniti.