Roma, (askanews) - Il presidente armeno Armen Sarkissian ha reso omaggio alle vittime del genocidio armeno, a Erevan, 103 anni dopo il massacro di 1,5 milioni di armeni da parte delle forze ottomane nel 1915. La giornata di omaggio segna una pausa nella crisi politica che ha visto le dimissioni del premier Serzh Sarkisian dopo giorni di protesta.

"Sono piena di speranza ora, vedo quanti giovani vengono qua e vedo il cambiamento di mentalità che sta avvenendo, e spero che il nostro futuro sia ricco di cose buone".

"Oggi sono qui per commemorare il nostro passato di lotta, e come la nostra gente è stata capace di sopravvivere, ora abbiamo vinto e siamo qui per dimostrare a tutto il mondo che siamo forti".

"E' tardi, ma meglio tardi che mai. E' buono che tutto avvenga in un'atmosfera pacifica, grazie al nostro popolo".