Bruxelles, (askanews) - Dopo che il presidente catalano Carles Puigdemont non ha ritirato la dichiarazione d'indipendenza entro la scadenza prevista giovedì (19 ottobre), il governo conservatore spagnolo si prepara a commissariare la Catalogna. In una conferenza stampa al termine dei lavori del consiglio europeo a Bruxelles, il primo ministro di Spagna Mariano Rajoy ha affermato che in Catalogna è stato raggiunto un "punto critico".

"Abbiamo cercato in tutti i modi di non arrivare a una situazione difficile ma voi capirete che è molto difficile per un paese e un governo dell'Unione europea quando si viola la legge, lo stato di diritto è violato, leggi che sono state dichiarate contrarie alla costituzione dalla corte costituzinale, ma è stato completamente ignorato, si dice che sono in vigore, si svolge un referendum senza alcun genere di garanzie. Comprenderà che siamo arrivati a una situazione limite".