Il Cremlino ora sembra appoggiare il piano di pace di Kiev