Colombo (askanews) - Continua nello Sri Lanka l'incubo delle piogge torrenziali che stanno causando morti e devastazioni, un fenomeno ritenuto il peggiore degli ultimi 24 anni. Il bilancio si aggrava di ora in ora: al momento il numero di morti accertati è di 45 ma almeno altre 100 persone risultano disperse.

I militari scavano senza tregua tra il fango, alla ricerca di possibili superstiti, dopo che le frane hanno letteralmente sepolto due interi villaggi nel distretto di Kegalle, circa 100 Km a nord-est di Colombo.

(Immagini Afp)