"Qui come figlio di emigrati". Obama: pontefice della speranza