La “Vendemmia d'Artista” di Ornellaia, annata 2013, e' stata presentata in anteprima in Giappone in una serata all'Ambasciata d'Italia nel quadro delle celebrazioni per i 150 anni delle relazioni diplomatiche bilaterali.

Se i vini della tenuta toscana sono ambasciatori del “made in Italy” di alta qualita', il loro legame con l'arte - e con il Sol levante, importante mercato di export – e' stato enfatizzato dalle etichette d'autore di Yutaka Sone, uno dei grandi artisti contemporanei (pittore e scultore, e altro ancora), che ha declinato il tema scelto per definire l'annata 2013: “Eleganza”. E' dal 2009, infatti, che il progetto “Ornellaia Vendemmia d'Artista” coinvolge un artista di fama internazionale per interpretare il “carattere” della singola vendemmia (si inizio' con “Esuberanza”).

Il pubblico trovera' in ogni cassa in legno da 6 bottiglie un esemplare con l'etichetta disegnata da Sone. Ma il creativo giapponese che vive negli Usa ha anche realizzato etichette specifiche per 109 grandi formati di Ornellaia, oltre a creare un'opera d'arte ‘site specific” in marmo per la tenuta. “Sono stato ispirato dalle cave di marmo di Carrara – afferma Sone – Con gli amici Luc Tuymans e Rikrit Tiravanija ho fatto un picnic in una altura della zona: un luogo magico, circondato da rocce di marmo bianco che si affacciano sul mare in lontananza”. Un posto che “riassume l'eleganza sublime della natura” e ha stimolato una interpretazione pittorica che enfatizza “anche i valori dell'amicizia e della condivisione dell'esperienza”. L'immagine dei tre artisti nello scenario montano delle cave e' diventata anch'essa un'opera d'arte.
Giovanni Geddes da Filicaja, Ceo di Ornellaia, nel ricordare che si e' giunti all'ottava edizione di “Vendemia d'Artista”, ha indicato che continuano le donazioni per restauri del patrimonio artistico in diversi Paesi del mondo: “In sette anni siamo riusciti a devolvere piu' di un milione di euro nel mondo”. In questi giorni il dipartimento Vini di Sotheby's ha curato una vendita all'asta a beneficio dell'Hammer Museum di Los Angeles da cui sono stati ricavati 114mila euro.

Nel corso della serata in ambasciata, famose artiste giapponesi del teatro Kyogen hanno interpretato una commedia incentrata sulle doti del vino. Il Giappone, come mercato, per la casa toscana sta ormai per essere superato da Hong Kong-Cina, ma resta il punto di riferimento per l'Asia. “Non e' tanto una questione di volumi, in quanto le bottiglie sono limitate – sottolinea il Marchese Ferdinando Frescobaldi, presidente della holding – Puntiamo a far crescere ulteriormente l'immagine dei nostri vini, che ancora in Asia e' leggermente inferiore rispetto a certi prodotti dei nostri cugini francesi. Cosa che invece non e' piu' vera su altri mercati, a partire dagli Stati Uniti”.

L'ANNATA 2013. “La primavera 2013 è stata molto più fredda del normale e ha comportato una comparsa tardiva delle gemme e dei fiori in confronto ai vintage precedenti. In conclusione, ciò ha rappresentato un grande vantaggio poiché a queste temperature fredde è seguita un'estate prolungata che ci ha offerto condizioni di crescita da manuale e una maturità perfetta al momento della raccolta. Il ritardo vegetativo è stato alla fine benefico proprio perché ha spostato la maturazione a dopo il periodo più caldo”, ha detto Axel Heinz, Estate Director e Enologo di Ornellaia. ““Ornellaia 2013 è un vino denso con un colore vibrante e una complessità aromatica marcata costruita intorno a una sapidità limpida e brillante. La finezza aromatica e le note balsamiche sottolineano tutto ciò. Le nuance fruttate complesse e fresche al palato sono strutturate da tannini delicati ma robusti che esprimono una rara armonia tra robustezza e carnosità. Ciò che è evidente di Ornellaia 2013 è il finale lungo e squisitamente aromatico che lascia una lunga impressione di eleganza”.