Inviata da "governo Tobruk". Stop chiesto da ambasciatore libico