Non si ferma vendetta di Erdogan. Preso braccio il destro di Gulen