Roma, (askanews) - Barack Obama show davanti a una platea di giovani ad Ho Chi Minh, in Vietnam. Il presidente degli Stati Uniti, il terzo in visita nel Paese dalla fine della guerra del Vietnam nel 1975, al di là degli appuntamenti istituzionali prima di ripartire si è reso disponibile a rispondere a domande di ogni tipo di centinaia di ragazzi, desiderosi di incontrarlo.

Al centro di un'arena, quasi come fosse su un ring, Obama non si è sottratto alle curiosità, rispondendo a domande anche personali, e non ha perso l'occasione di fare ironia. Per esempio, quando un ragazzo gli ha detto:

"Signor presidente, vorrei dirle che lei è davvero bello", lui l'ha interrotto subito:

"Okay, puoi anche non aggiungere altro se vuoi, basta così".

Parlando della sua gioventù ha confessato: "Da giovane mi divertivo e facevo follie, non prendevo troppo seriamente gli studi, mi interessavano molto di più il basket e le ragazze".

Ma nell'incontro non sono mancati momenti più seri, ripercorrendo il burrascoso passato tra Vietnam e Stati Uniti Obama ha affermato: "Una delle grandi cose degli Stati Uniti è che se si fanno grandi errori, si è in grado di ammetterlo e di correggerli, passo dopo passo. Pertanto, le cose adesso andranno in modo diverso, ve lo prometto".