Roma, (askanews) - "C'è solo un candidato in questa corsa presidenziale che ha dedicato la propria vita a costruire l'America, una leader che ha piani reali per buttare giù le barriere e il tetto di cristallo": è la prossima presidente degli Stati Uniti d'America, Hillary Clinton".

Così il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha lanciato la candidatura del suo ex segretario di Stato, parlando da Philadelphia.

"Questa non è la solita scelta tra partiti e politici, tra sinistra e destra. E' qualcosa di più fondamentale. E' una scelta fondamentale su quello che siamo in quanto popolo. E' una scelta sul vero significato dell'America", ha spiegato.

Dicendo di volere "veramente" che Hillary vinca, ha poi attaccato il candidato repubblicano, il miliardario Donald Trump, che ha definito il presidente russo Vladimir Putin un leader migliore di lui:

"Ho dovuto fare affari con Putin, ho dovuto fare affari con la Russia. Fa parte della politica estera. Ma non vado in giro dicendo che è il mio modello. Potete immaginare Ronald Reagan che idolatra qualcuno come lui? Vedeva l'America come una città splendente su una collina. Donald Trump la chiama una scena del crimine divisa. Non sta offrendo una reale politica o programmi, sta solo offrendo divisioni e paura".