Varsavia (askanews) - "Un atto insensato, senza nessuna giustificazione". Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha condannato la sparatoria a Dallas durante la quale sono stati uccisi 5 agenti di polizia.

"E' stato un attacco brutale, calcolato e vile contro le forze dell'ordine - ha detto da Varsavia dove si trova per partecipare ad un vertice Nato - la polizia di Dallas stava facendo il proprio dovere, si stava occupando della sicurezza durante una manifestazione pacifica. Questi agenti delle forze dell'ordine sono stati presi di mira, i colpiti sono circa 12, cinque sono morti".

La sparatoria è avvenuta durante una manifestazione di protesta contro le violenze della polizia nei confronti degli afroamericani, alla luce degli ultimi casi di persone di colore uccise senza motivo dai poliziotti.

"Ho parlato ieri della necessità di essere preoccupati come americani delle disuguaglianze di fronte alla giustizia" ha ricordato il presidente - "Ma credo anche che gli agenti abbiano un lavoro difficile e lo facciano in maniera encomiabile" ha aggiunto, "La giornata di oggi è un monito".