New York (askanews) - Cinquanta Paesi si sono impegnati ad accogliere 360mila rifugiati quest'anno, raddoppiando il numero totale dello scorso anno. Lo ha annunciato il presidente

degli Stati uniti Barack Obama nel corso dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Obama ha aggiunto che in particolare Germania e Canada hanno aperto i loro confini a coloro che fuggono dalla guerra in Siria e da altri conflitti. "Stiamo affrontando una crisi di

proporzioni epiche. Oltre 65 milioni di persone sono stati cacciati dalla loro terra, una cosa mai vista dalla seconda guerra mondiale. Tra di loro 21 milioni di rifugiati sono fuggiti dalla loro patria. Sbattere la porta in faccia a queste famiglie sarebbe un tradimento dei nostri valori più profondi", ha dichiarato Obama.

"In totale le nostre nazioni raddoppieranno il numero di rifugiati da accogliere e quest'anno arriveranno a quota 360 mila", ha aggiunto.

I Paesi coinvolti nello sforzo per aiutare i migranti e i rifugiati si sono impegnati anche a aumentare il livello di aiuti e di fondi per le organizzazioni umanitarie, con 4,5 miliardi in

più rispetto al 2015.