Roma (askanews) - "Certamente bisogna alzare il livello di guardia, attenzione e vigilanza per quanto umanamente possibile ma non bisogna cedere alla paura che è un sentimento che smarrisce ulteriormente, non suggerisce delle buone soluzioni e comportamenti corretti e adeguati, anche per situazioni complesse e difficili come queste". Lo ha detto il presidente della Conferenza episcopale italiana, il card. Angelo Bagnasco, in un intervista al Tg2000, commentando l attentato di Nizza.

"Questo ennesimo episodio di violenza, terrore, follia omicida - ha aggiunto il card. Bagnasco - si inserisce in un contesto generale che deve e desta preoccupazioni e delle riflessioni comunitarie non soltanto di una città o di un Paese ma sempre più dell Europa. L Europa non deve assolutamente scoraggiarsi ma continuare a credere in se stessa e allo stesso tempo deve

ripensare meglio se stessa, anche sotto la spinta di queste ulteriori minacce al continente europeo e ai suoi valori fondamentali".

"Desidero esprimere a nome mio e dei vescovi italiani - ha sottolineato il card. Bagnasco - la più grande vicinanza al popolo francese e a Nizza in particolare. La nostra preghiera va per le vittime e i loro famigliari segnati da questo profondo dolore".