Roma, (askanews) - I jihadisti di Boko Haram hanno rilasciato 76 delle 110 studentesse che erano state rapite a Dapchi, città Nordorientale della Nigeria, lo scorso febbraio. É stato il governo a dare la notizia. Il ministro dell'Informazione Lai Mohammed ha dichiarato che "76 sono quelle accertate finora", aggiungendo che "il rilascio delle ragazze rapite è ancora in corso".

"Le ragazze sono tornate a casa, sono tornate a bordo di nove veicoli e sono state lasciate davanti alla scuola alle 8 del mattino" ha detto Bashir Manzo, che coordina il gruppo di sostegno ai genitori delle studentesse che erano state rapite.

I militanti del gruppo jihadista nigeriano, pesantemente armati, avevano lanciato un assalto al villaggio sparando in aria e facendo esplodere granate lo scorso 19 febbraio.

Studentesse e professori della Girls Science Secondary School e altri abitanti erano fuggiti nella macchia, nel timore di venir rapiti dai combattenti. Ma la maggior parte delle allieve della scuola non aveva fatto in tempo.