New York (askanews) - Svolta nelle indagini per il duplice omicidio di un imam e di un suo collaboratore, avvenuto sabato in pieno giorno per le strade di New York davanti a una moschea a Queens.

La polizia della metropoli statunitense ha reso nota l'incriminazione di un sospetto in relazione al delitto. Il presunto killer è Oscar Morel, un residente di Brooklyn di 35 anni, incriminato per omicidio e possesso illegale di armi, ha fatto sapere l'ispettore Hubert Reyes della polizia di New York.

Ieri centinaia di persone hanno partecipato a una veglia di preghiera a Brooklyn in memoria dell'imam Maulama Akonjee, 55 anni, originario del Bangladesh, e del suo assistente Thara Uddin, 64 anni, assassinati con diversi colpi di pistola alla testa.

(Immagini Afp)