Parigi (askanews) - Brusca frenata del presidente francese François Hollande riguardo ai negoziati sul Ttip, il trattato di libero scambio transatlantico in discussione tra Stati Uniti e Unione europea. Non bisogna farsi illusioni sulla conclusione di un accordo prima della fine del mandato presidenziale di Barack Obama, ha tagliato corto l'Eliseo.

"Meglio informare gli uni e gli altri che la Francia non può approvare un accordo preparato male, senza le basi indispensabili per raggiungere una conclusione positiva. Preferiamo guardare in faccia la realtà e non coltivare illusioni sulla possibilità di concludere un accordo prima della fine del mandato del presidente degli Stati Uniti", ha dichiarato Hollande alla riunione degli ambasciatori all'Eliseo.

La posizione francese era stata anticipata dal segretario di Stato al Commercio estero Matthias Fekl intervenuto a Radio Montecarlo. La Francia chiede alla Commissione europea uno stop ai colloqui sul trattato di libero scambio Ttip e ufficializzerà la richiesta al prossimo summit europeo a Bratislava tra i ministri del Commercio estero. "Gli americani concedono solo le briciole", ha spiegato Fekl, "non è così che si negozia tra alleati".

(Immagini Afp)