Berlino (askanews) - L'Italia continuerà a fare approdare le navi con i migranti salvati in mare, almeno fino a quando non sarà possibile definire una più ampia strategia dell'Ue per affrontare un'equa distribuzione delle persone. E' quanto ha fatto sapere il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi dopo il suo colloquio a Berlino con l'omologo tedesco Heiko Maas.

"Durante questo periodo assicuriamo che le navi inquadrate nell'operazione Sophia con persone salvate possano attraccare in Italia", ha dichiarato.

Il ministro ha spiegato che Roma considera prioritaria "la revisione delle regole operative per evitare che tutte le persone soccorse arrivino in un solo Paese".

Da parte sua Maas ha espresso comprensione per il punto di vista degli italiani, che lamentano di essere stati "lasciati soli", pur osservando che i numeri di arrivo stanno crescendo molto più velocemente in Spagna che in Italia. "Allo stesso tempo, ci aspettiamo che tutti gli Stati dell'Ue mantengano gli accordi esistenti, i salvataggi in mare fanno parte di questi accordi", ha insistito il ministro tedesco.