Il racconto dell'inviato dell'ANSA, Claudio Accogli