Oaxaca, (askanews) - Sconosciuti hanno aperto il fuoco su polizia e insegnanti che si scontravano durante una protesta nel sud del Messico, causando la morte di sei persone e il ferimento di oltre 100, dicono la autorità. Le violenze sono esplose dopo che la polizia ha lanciato lacrimogeni sui manifestanti per

sgomberare una barricata che da una settimana bloccava una strada ad Asuncion Nochixtlan, cittadina dello stato di Oaxaca, dove alcuni veicoli sono stati dati alle fiamme. Il sindacato

Coordinamento per nazionale dei lavoratori dell'educazione (CNTE) da giorni guidava la protesta ad Oaxaca contro la riforma

dell'educazione e l'arresto di due dei suoi leader.

Le sei vittime sono tutte civili, ha detto il segretario per la

pubblica sicurezza di Oaxaca Alberto Ruiz Martinez. Altri 55

agenti federali e statali sono stati feriti, otto da colpi di

arma da fuoco, i civili feriti sono almeno 53.

(immagini Afp)