Roma, (askanews) - Il Premio Nobel per la Pace, Malala Yousafzai, ha deciso di trascorrere il suo 19esimo compleanno a Dadaab, nel più grande campo di rifugiati in Kenya. Un modo per richiamare l'attenzione sulla crisi mondiale dei rifugiati.

"Ho voluto festeggiare il mio compleanno qui, e ho deciso di far sentire la voce delle mie sorelle del campo di Daadab, perché il campo sarà chiuso e queste ragazze hanno bisogno di istruzione e non è previsto nulla per loro. Si tratta di una causa molto importante per me, voglio assicurarmi che queste ragazze non restino senza istruzione e voglio che si sentano ascoltate".

"Queste ragazze sono coraggiose e fiduciose, ho imparato molto da loro. E ciò che dicono è che l'istruzione è un bisogno per loro".

Rahma è una studentessa del campo rifugiati: "Oggi è un giorno di grande felicità per me perché ho incontrato una grande ragazza, molto coraggiosa, molto forte, che sa quanto sia importante l'istruzione".