Roma, (askanews) - É la Finlandia il paese più felice al mondo. A stabilirlo è il World Happiness Report dell'Onu, classifica che viene pubblicata ogni anno a ridosso della Giornata mondiale della felicità che cade il 20 marzo.

Lo scorso anno al primo posto c'era la Norvegia, che scivola al secondo, mentre al terzo c'è la Danimarca che precede Islanda, Svizzera e Olanda. Il Nord Europa, insomma, è il vero Eden, dove tutto sembra funzionare per il meglio e le persone sono felici della qualità della vita. Si pagano tasse molto alte ma si è contenti di farlo, perché vengono percepite come investimento. C'è un ottimo welfare, si trova lavoro ed è ben retribuito.

L'Italia resta in basso. Ottiene una posizione in più rispetto allo scorso anno ma è solo 47esima. Gli Stati Uniti e il Regno Unito, invece, si posizionano rispettivamente 18esimi e 19esimi. Lo stato più infelice è il Burundi preceduto da Repubblica Centrafricana, Sud Sudan, Tanzania, Yemen e Ruanda e anche la Siria è in fondo.

La classifica su 156 paesi tiene conto di diversi fattori: reddito, salute, lavoro, istruzione, aspettative di vita, stato sociale, ma misura anche fattori come la corruzione, la libertà, la fiducia nelle istituzioni e l'inclusione, considerando per la prima volta, quest'anno, anche la felicità degli immigrati.