Strasburgo (askanews) - "Riguardo alla Brexit, non sto a ripetere quello che ho già detto, ma constato che gli eroi raggianti della Brexit di ieri, sono gli eroi tristi di oggi". Non si è risparmiato una battuta contro i sostenitori della Brexit il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker, fra gli applausi dell'europarlamento riunito a Strasburgo.

"Quelli che hanno provocato questo risultato in Gran Bretagna lasciano la scena uno dopo l'altro: Johnson, Farage e altri" ha continuato definendoli dei "nazionalisti" e non dei patrioti, perché "i patrioti non lasciano la nave quando la situazione è difficile, ma restano".

Juncker aveva già lanciato delle frecciatine dall'Europarlamento nei confronti dei sostenitori della Brexit e in particolare contro Farage, a cui aveva chiesto cosa ci facesse ancora nel Parlametno europeo.