Gerusalemme, 30 set. (askanews) - I leader del mondo si sono riuniti a Gerusalemme per i funerali dell'ex premier ed ex presidente israeliano, premio Nobel per la pace, Shimon Peres morto a seguito delle complicazioni

di un ictus.

Dal presidente Usa Barack Obama, al principe Carlo d'Inghilterra, da Nicolas Sarkozy e Francois Hollande, all'ex presidente Usa Bill Clinton, visibilmente commosso, che lo ha definito "un genio con un grande cuore e che nel 1993 fu il promotore degli accord di pace di Oslo, a John Kerry e al presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Presenti anche il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen che si sono stretti la mano prima della cerimonia.

Circa 70 paesi sono rappresentati alle esequie, un segno del rispetto che Peres, 93 anni, acquisì nel tempo, passando da falco militarista a sostenitore della pace. L'ultimo evento di questa portata furono nel 1995 i funerali di Rabin, assassinato da un estremista israeliano contrario alla pace. Peres sarà sepolto accanto a lui, suo ex rivale politico nel partito laburista.