Gli investimenti stranieri diretti (FDI) in Corea del Sud stanno tenendo bene le posizioni: nei primi nove mesi di quest'anno gli FDI concretamente realizzati sono aumentati del 9,1% a 8 miliardi di dollari. Un dato che appare ragguardevole, in quanto ci sono stati intensi venti contrari legati alle tensioni geopolitiche. Un messaggio di ottimismo e' arrivato da Invest Korea 2017, manifestazione organizzata dalla KOTRA. Gli italiani presenti hanno apprezzato il chiaro orientamento pratico della “Settimana degli Investitori Stranieri”: non solo un ampio Forum incentrato quest'anno sul grande tema dei cambiamenti portati dalla rivoluzione “Industria 4.0” e sui suoi riflessi sul mondo del lavoro, ma anche un evento concentrato sugli incontri “business-to-business” con potenziali partner coreani. E' un fatto che ci siano imprenditori italiani che hanno tirato il freno, evitando di effettuare investimenti o anche di partecipare a fiere specializzate a causa dei timori sulla situazione geopolitica. “Mi sento di continuare a raccomandare alle aziende italiane di prendere in considerazione questo mercato – afferma l'ambasciatore italiano Marco della Seta – I dati economici sono incoraggianti: l'ultimo trimestre ha confermato un tasso di crescita annuale intorno al 3%, la Borsa coglie nuovi record, l'export aumenta intorno al 6%. Le opportunita' da cogliere ci sono. Inoltre la recente visita del presidente Donald Trump ha confermato la fermezza e determinazione americana nei confronti della Corea del Nord, ma anche l'apertura a una possibilita' di dialogo e l'esclusione dell'opzione militare come prima iniziativa americana”. Il 23 novembre ci sara' la cerimonia ufficiale di inaugurazione di un grande investimento italiano: Versalis (gruppo Eni) da' il via allo stabilimento in joint venture con Lotte Chemical per la produzione di componenti per il settore gomma.
Leggi l’articolo