Erano tutti lavoratori migranti, non ancora identificati