Roma, (askanews) - Il Partido Popular del premier incaricato Mariano Rajoy e Ciudadanos iniziano i negoziati per la formazione di un nuovo governo, seppure di minoranza. Ad annunciarlo è stato lo stesso Rajoy, al termine di un colloquio con il leader di Ciudadanos, Albert Rivera.

"Oggi, cosa che non ho potuto dire finora, dirò al presidente del Congresso dei deputati Ana Pastor che sono disposto a presentarmi alla sessione di investitura nella data che giudicherà opportuna e conveniente", ha detto Rajoy.

Rivera, che ha precisato di non voler entrare a far parte dell'esecutivo, ha annunciato che Rajoy ha accettato tutte le condizioni poste da Ciudadanos per il proprio "sì" al voto di fiducia: "Il signor Rajoy ha accettato di firmare il patto anti-corruzione e il portavoce del Partito popolare e quello di Ciudadanos firmeranno il patto anti-corruzione", ha detto Albert Rivera.

L'orologio costituzionale per la formazione di un nuovo esecutivo inizierà a funzionare solo a partire dal primo voto di investitura. Servirà tuttavia anche l'astensione dei socialisti del Psoe.